Blog

3. mar, 2017

Quando ho iniziato a fare network, alcune persone ridevano di me, e tutt'ora a distanza di due anni da quel giorno, alcuni ridono ancora di me.

Forse per come mi vesto (ho cambiato e sto cambiando il mio look), o forse perché parlo di libertà e modi di guadagnare anche se non sono ancora ai livelli alti nell'azienda con cui collaboro

Comunque sia, a volte sono ancora deriso, altre volte anche umiliato nelle cene davanti a tutti.

Il fatto è che un sacco di nuovi networkers, specialmente dopo essere usciti dai corsi di formazione aziendali, si ritrovano in questa stessa situazione.
E più continui in quella direzione, e più persone ridono alle tue spalle. Specialmente quelle che ti guardano aspettando che fallisci per poterti deridere ancora di più.

"Specialmente quelle che ti guardano aspettando che fallisci per poterti deridere ancora di più"

A volte sono stato tentato dal mollare tutto. 
Ma il punto qual è?
Il punto è che credo, fortemente credo in cio' che faccio, convinto che seminando tanto raccogliero' altrettanto
Il punto è che il futuro dei miei figli non è roseo
Il punto è che non vedro' mai la pensione
Il punto è la trappola del 40/40/40 (che ti spiegherò in uno dei prossimi articoli)

Se sei un networker, sappi che avrai successo in questo mondo SOLO SE non mollerai, e metterai in campo costanza, pazienza e dedizione!

2. mar, 2017

Il Network Marketing è un'attività tutelata dalla l.173/2005 che la include tra le forme di vendita diretta, e determina i criteri secondo i quali non sono consentite forme "piramidali".

Di seguito un estratto della legge, consultabile all'indirizzo 
http://www.parlamento.it/parlam/leggi/05173l.htm


[...] "ART. 5.

(Divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi o catene)

1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attività e di strutture di vendita nelle quali l'incentivo economico primario dei componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che sulla loro capacità di vendere o promuovere la vendita di beni o servizi determinati direttamente o attraverso altri componenti la struttura.

2. È vietata, altresí, la promozione o l'organizzazione di tutte quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, "catene di Sant'Antonio", che configurano la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto a reclutare si trasferisce all'infinito previo il pagamento di un corrispettivo.

ART. 6.
(Elementi presuntivi)

1. Costituisce elemento presuntivo della sussistenza di una operazione o di una struttura di vendita vietate ai sensi dell'articolo 5 la ricorrenza di una delle seguenti circostanze:

a) l'eventuale obbligo del soggetto reclutato di acquistare dall'impresa organizzatrice, ovvero da altro componente la struttura, una rilevante quantità di prodotti senza diritto di restituzione o rifusione del prezzo relativamente ai beni ancora vendibili, in misura non inferiore al 90 per cento del costo originario, nel caso di mancata o parzialmente mancata vendita al pubblico;

b) l'eventuale obbligo del soggetto reclutato di corrispondere, all'atto del reclutamento e comunque quale condizione per la permanenza nell'organizzazione, all'impresa organizzatrice o ad altro componente la struttura, una somma di denaro o titoli di credito o altri valori mobiliari e benefici finanziari in genere di rilevante entità e in assenza di una reale controprestazione;

c) l'eventuale obbligo del soggetto reclutato di acquistare, dall'impresa organizzatrice o da altro componente la struttura, materiali, beni o servizi, ivi compresi materiali didattici e corsi di formazione, non strettamente inerenti e necessari alla attività commerciale in questione e comunque non proporzionati al volume dell'attività svolta." [...]

18. feb, 2017

Come migliorare i miei testi on line?

Innanzitutto non mentire, nei tuoi messaggi devi essere sincero e promettere solo quello che puoi mantenere.

Usa messaggi ad effetto e personalizzati come ad esempio:
How to ......
I 6 passi per .......
Utilizza le domande, i messaggi di Allarme e ora che hai catturato l'attenzione con un oggetto più persuasivo passiamo al messaggio.

Individua un problema del tuo utente e avvisalo che hai la soluzione, ma non dargliela.
Sottolinea il problema e sottolinea tutte le relazioni con le conseguenze.
Fornisci o anticipa la soluzione e la possibilità di contatto o interazione con il tuo Team.

Rispondi a tutte le obiezioni e le domande che seguiranno da parte degli utenti al tuo messaggio, offri soluzioni così aumenterai la tua reputazione e autorevolezza.

Supporta la tua tesi con numeri ed esempi pratici, ovviamente dove possibile.

Usa un tono autorevole, ma confidenziale.

Non pensare al tuo clienti come ad un pollo da spennare, ma come una persona

Infine, usa una call to action per convertire potenziali lettori in persone effettivamente interessate.

Spero che questi consigli ti saranno utili per i tuoi messaggi on line !

8. feb, 2017

 « Il Multilivello in Italia si è espanso meno velocemente che in altre nazioni.  Una delle ragioni principali sta nel fatto che il profilo dell’incaricato nella vendita diretta di tipo “tradizionale”  è prevalentemente donna, di media condizione ed età che aspira, al di là del guadagno, più marginale anche se gradito,  a rimettersi in gioco, a ritrovarsi piacevolmente impegnata, acquistare nuove conoscenze e far parte di un gruppo che stimola a ottenere un riconoscimento.  Nel Multilivello, invece, il leit motif è guadagno e carriera e quindi l’incaricato si profila in modo diverso: prevalentemente maschio, giovane, desideroso di emergere e guadagnare , di guidare e gestire un gruppo, di essere, quindi, riconosciuto e gratificato come leader. E poi nella Vendita di tipo tradizionale,  il vantaggio competitivo è basato essenzialmente sull’esclusività della linea prodotto, sulla sua qualità, sul servizio e in primis sul rapporto che l’Azienda instaura con la struttura e sulla capacità di soddisfare l’ampia gamma di motivazioni ed aspettative che spingono le persone ad accettare e svolgere questa attività; nel multilivello, invece, la qualità e la linea di prodotto e il servizio sono commercialmente importanti ma non sono l’asset del successo »

[Fonte: http://www.directselling.it]

4. feb, 2017

Il funnel di vendita, che tradotto precisamente vuol dire “imbuto

di vendita“, è un sistema utilizzato online e offline per definire il
processo che avviene dalla visita di un cliente fino ad arrivare
ad una vendita!

La sua definizione di imbuto fa capire in modo chiaro che ci sarà
un numero decrescente di persone che arriva ad acquistare il
tuo prodotto o servizio rispetto al numero di persone che visita
la tua pagina.

Esempio: Su 1.000 visitatori solo 70, magari, acquisteranno il tuo
prodotto/servizio.

Questo processo di vendita di norma avviene tramite la raccolta
di contatti in modo automatizzato, solitamente dando in cambio
un prodotto gratuito, per poi successivamente continuare il
rapporto con il nostro potenziale cliente via email, fino alla vendita
del nostro prodotto/servizio.

Il processo di vendita si suddivide in 3 parti:

- Informare
- Educare
- Convertire

Ora i nostri contenuti dovranno seguire una strategia sequenziale
in modo da far abbassare le barriere e portare il nostro potenziale
cliente ad avere fiducia nel nostro prodotto o servizio.

Tutto questo avviene grazie all'utilizzo strategico di email, dei social
del blog e di altri canali di comunicazione.

Per ottenere una vendita è necessario una strategia efficace di
conversione.